La pratica devozionale delle Quarantore è così chiamata perché originariamente consisteva nel prolungare per quaranta ore l’adorazione eucaristica.

Essa è raccomandata nelle chiese in cui si conserva abitualmente l’Eucari­stia, in maniera che si effettui ogni anno; la finalità è che la comunità locale mediti e adori con devozione il mistero dell’Eucaristia. La tradizione vuole che le Quarantore siano nate a Milano ad opera dell’Arciconfraternita della Santissima Trinità, che poi la introdusse a Roma, seguita dalla Confraternita di Santa Maria dell’Orazione.

A Milano, nel 1527 si svolgevano le Quarantore per chiedere aiuto al Signore, implorandone misericordia e soccorso, dal momento che la città soffriva terribili angustie, in seguito ai continui passaggi degli eserciti che, giunti dal settentrione, devastavano tutto ciò che trovavano. L’opera di San Carlo Borromeo ne regolarizzò la pratica promuovendola in ogni chiesa della sua diocesi e le avvertenze che S. Carlo diede per la sua diocesi, vennero tenute in considerazione anche in altri posti dell’Italia.

La pratica delle Quarantore, pertanto, nata nel contesto della Settimana Santa, divenne una forma privilegiata di preghiera attraverso la quale si chiedeva l’aiuto di Dio in situazioni particolarmente difficili. Pian piano le Quarantore si caratterizzarono come pia pratica avente lo scopo di adorare nell’Eucaristia i misteri della passione e morte di Gesù e assunsero infine il carattere di adorazione comunitaria di Gesù-Eucaristia, centro della vita cristiana, della comunità e fonte del suo rinnovamento spirituale. È molto importante ricordare e sottolineare il valore dell’adorazione eucaristica che, per ogni comunità cristiana, nutrita dalla comunione sacramentale, diventa il culmine e la fonte della sua spiritualità.

Nella nostra Comunità Cristiana di Rocca di Papa la Confraternita del Santissimo Sacramento, proprio per la sua vocazione, organizza le SANTE QUARANTORE di ADORAZIONE EUCARISTICA e aiuta i fedeli a vivere il tempo di quaresima con intensa preghiera alla presenza del Santissimo Sacramento solennemente esposto all’Adorazione.